ICL (:Implantable Collamer Lens)

La funzione delle VISIAN ICL è correggere i difetti ametropici quali MIOPIA ed ASTIGMATISMO. Che cosa è la miopia?

La miopia è il difetto visivo più comune nel mondo, infatti la persona che ne soffre, ha la visione per lontano sfuocata; mentre l’astigmatismo produce un difetto visivo tale per cui gli oggetti lontani sono indistinti e distorti nella forma.

In Italia ne soffre circa il 25-27% della popolazione. Un problema, dunque, comune, ma non meno importante. Le persone miopi provano costantemente il fastidio di dover ricorrere agli occhiali o alle lenti a contatto per evitare una visione sfocata nelle più comuni attività professionali e quotidiane: per la strada, a scuola, nella pratica sportiva, al cinema o alla guida.

Occhiali Miopia

I metodi di correzione sono molteplici e devono essere accuratamente personalizzati, per il paziente, da un Medico Oculista. Il primo approccio è quello di compensarla con lenti negative che permettono di spostare il fuoco sulla retina e quindi vedere le immagini a fuoco. 

La correzione non è solo oftalmica, quindi mediante occhiali, ma può anche avvenire attraverso lenti a contatto (morbide, rigide, semi-rigide, sclerali); altrimenti si procede con la chirurgia: tra cui lenti fachiche (VISIAN ICL, http://staar.com/products/evo-visian-icl), laser foto-refrattivi, lensectomia refrattiva. In base al grado di miopia e alle esigenze del soggetto si preferirà un metodo correttivo piuttosto che un altro.


VISIAN ICL 4C

images

images-3

Circa 20 anni fa è stata impiantata, per la prima volta una lente Visian ICL; questa procedura si è dimostata, nel tempo, essere la migliore tecnicapoiché assicura al paziente un buon risultato e perché non intacca cornea e cristallino. E’ una metologia collaudata che, a tutt’oggi, con oltre 1.100.000 lenti Visian ICL impiantate in tutto il mondo, mostra il 99% dei pazienti soddisfatti e con pochissimi rischi.

La differenza fondamentale tra metodica laser e la ICL è rappresentata dalla differenza tra acuità visiva, ossia quella che si misura in decimi, e qualità visiva. Tutte le tecniche promettono un miglioramento dell’acutezza visiva, ma la qualità della visione rimane com’era prima dell’intervento; mentre la applicazione della Visian ICL permette una visione più nitida,e vivida associata a una maggiore profondità e dimensione. Dopo 10 minuti di intervento chirurgico avremo l’impianto della lente Visian ICL e i pazienti inizieranno a sperimentare quello definito come effetto WOW! Ovvero il miglioramento della qualità della vista.

Unknown-3

10 MINUTI PER CAMBIARE LA PROPRIA VISTA

Sono necessari 10 minuti per cambiare la propria vista: questo è quello che sperimentano i miei pazienti in sala operatoria, ed è quello che serve per impiantare le Visian ICL bilateralmente. Personalmente effettuo tre micro-incisioni (ore 12 e 6 di circa 1 mm e temporalmente 3 mm) e dopo aver immesso viscoelastico in camera anteriore procedo all’introduzione della VISIAN ICL che posiziono dietro all’iride. Visto le dimensioni della microincisione non è necessario suturare la cornea che guarirà spontaneamente in circa 2-3 giorni.

 images-5

Il paziente lascia la clinica alcune ore dopo la procedura con occhiali da sole! Le Visian ICL correggono, in modo reversibile la miopia e l’astigmatismo miopico.
Le nuove lenti VISIAN ICL hanno dei piccoli fori sui margini esterni della lente e al centro, che hanno una duplice funzione:
1. punti di repere utili al chirurgo per posizionare al meglio la lente
2. favorire il deflusso dell’umore al fine di evitare l’esecuzione di una iridotomia laser e mantenere un’omeostasi tra l’umore acqueo in camera posteriore e quello in camera anteriore

Unknown-1

La differenza tra il laser e la Visian ICL è data dal fatto che la cornea e l’anatomia del bulbo NON è modificata. Nel periodo fisiologico, caratterizzato dalla presbiopia, qualora il paziente volesse correggere la presbiopia stessa, si dovrà asportare la Visian ICL, aspettare un periodo adeguato di tempo e poi procedere all’impianto di una IOL (: Intra Ocular Lens) ossia un cristallino artificiale multifocale, o trifocale o bifocale, che corregga ogni difetto (vedi correzione presbiopia). 

Le lenti Visian garantiscono una correzione visiva che va oltre alla qualità visiva del laser. Le lenti intraoculari Visian sono prodotte negli Stati Uniti dalla STAAR Surgical e sono state scelte anche dall’esercito americano per la loro affidabilità e performance. Permettono, soprattutto per chi ha uno stile di vita moderno e attivo, di recuperare il più alto livello di qualità visiva.

Molti Autori internazionali hanno valutato la sicurezza, l’efficacia e stabilità delle lenti intraoculari della Staar che arrivano a fornire una correzione della miopia e astigmatismo miopico in un singolo trattamento. Uno studio clinico condotto su 105 occhi di pazienti, di cui 74 di razza asiatica e 31 di razza caucasica, ha dato i seguenti risultati:

a) 84% degli occhi con 0.5 D SEQ e 55% con 0.5 Cyl
b) 97% degli occhi UCVA di 20/30 o meglio dopo l’operazione
c ) nessuna perdita della visione (BCVA) in nessun occhio
d) 52% degli occhi ha recuperato >1 BCVA

La stabilità nel tempo, soprattutto nella lente torica (ossia quella costruita per correggere l’astigmatismo), è fondamentale per garantire il mantenimento della correzione desiderata dell’astigmatismo. Uno studio clinico effettuato su 31 occhi caucasici (dr. Alaa El-Danasoury) ha mostrato i seguenti risultati:

a) 97% degli occhio erano fuori asse per <10° e 90% degli occhi erano fuori asse per <5°
b) solo un riposizionamento è stato necessario a causa della rotazione dell’impianto
c) non è stata rilevata alcuna relazione statisticamente significativa tra tipo di rotazione oraria e antioraria
d) non sono state rilevate complicazioni di alcun tipo durante la visita post-operatoria.

BIBLIOGRAFIA

  1. Lovisolo C. F., Reinstein D. Z. Phakic intraocular lenses. Survey of Ophthalmology. 2005;50(6):549–587
  2. Alfonso J. F., Lisa C., Fernández-Vega L., Almanzar D., Pérez-Vives C., Montés-Micó R. Prevalence of cataract after collagen copolymer phakic intraocular lens implantation for myopia, hyperopia, and astigmatism. Journal of Cataract and Refractive Surgery. 2015;41(4):800–805
  3. Sanders D. R., Doney K., Poco M. United States Food and Drug Administration clinical trial of the Implantable Collamer Lens (ICL) for moderate to high myopia: three-year follow-up. Ophthalmology. 2004;111(9):1683–1692.
  4. Fernandes P., González-Méijome J. M., Madrid-Costa D., Ferrer-Blasco T., Jorge J., Montés-Micó R. Implantable collamer posterior chamber intraocular lenses: a review of potential complications. Journal of Refractive Surgery. 2011;27(10):765–776.
  5. Lee J. S., Kim Y. H., Park S. K., et al. Long-term clinical results of posterior chamber phakic intraocular lens implantation to correct myopia. Clinical and Experimental Ophthalmology. 2016;44(6):481–487.
  6. Shimizu K., Kamiya K., Igarashi A., Shiratani T. Early clinical outcomes of implantation of posterior chamber phakic intraocular lens with a central hole (Hole ICL) for moderate to high myopia. British Journal of Ophthalmology. 2012;96(3):409–412.
  7. Lisa C., Naveiras M., Alfonso-Bartolozzi B., Belda-Salmerón L., Montés-Micó R., Alfonso J. F. Posterior chamber collagen copolymer phakic intraocular lens with a central hole to correct myopia: one-year follow-up. Journal of Cataract and Refractive Surgery. 2016;41(6):1153–1159.
  8. Sanders D. R., Vukich J. A., Doney K., et al. U.S. food and drug administration clinical trial of the implantable contact lens for moderate to high myopia. Ophthalmology. 2003;110(2):255–266.